giovedì 7 ottobre 2010

Sherlock BBC

Come tutti ormai sapranno, io adoro i classic drama della BBC. Inoltre la mia stima per gli sceneggiatori BBC è schizzata alle stelle quando hanno trasformato un libro per me orrendo, in un drama stupendo.  :e
Nonostante non sia interessata alle serie crime o sci-fi o alle commedie (nel caso, mi rivolgo agli americani che sanno fare solo quello), ultimamente mi sono imbattuta in due serie BBC stupende. La prima è Doctor Who, serie sci-fi prodotta per la prima volta nel 1963, andata in onda per circa 30 anni e poi ripresa nel 2005. La seconda è Sherlock.

Non ho voglia di parlare di Doctor Who adesso perché da settimane mi trovo in un profondo stato di innamoramento per Sherlock. *_*
Come dice il nome, Sherlock è una serie basata sulle vicende di Sherlock Holmes. Non è l'ennesima serie ambientata alla fine del XIX secolo, in cui l'investigatore munito di pipa e lente, accompagnato dal baffuto Watson, risolve i casi più assurdi.
E' una bellissima rivisitazione in chiave moderna della figura di S.H. E' ambientato nella Londra del 2010, con tanto di London Eye e "cetriolo" sullo sfondo. Sherlock ha un sito (The Science of Deduction) e Watson racconta i casi tramite un blog (io lo trovo geniale!).
Gli episodi, purtroppo, sono solo tre (A study in pink, The blind banker e The great game), ma durano un'ora e mezza. Le trame sono vagamente ispirate ai romanzi di Sir Doyle, hanno alcuni elementi in comune, ma praticamente sono storie originali. Il personaggio di Sherlock è perfettamente corrispondente a quello raccontato da Arthur Conan Doyle: è come sarebbe stato Sherlock Holmes se fosse vissuto nel XXI secolo, con cellulari e computer. Il Sherlock moderno non fuma (perché è ormai diventato impossibile fumare liberamente a Londra), ma si riempie di cerotti alla nicotina e forse fa uso di droghe (non è esplicito come Doyle a riguardo). E' giovane, fighettino, ironico, cinico e assolutamente irritante. Ha una voce profondissima (che io letteralmente amo) e parla alla velocità della luce. Tutti lo chiamano psicopatico, ma lui specifica di essere un sociopatico con alte funzionalità mentali. :D
Watson, ovviamente, è il complementare esatto di Holmes, rappresenta l'umanità, la normalità, il buon senso. In certi momenti gli scambi di battute tra John e Sherlock sono assolutamente esilaranti, senza contare che vengono scambiati sempre per una coppia gay! :D

Non ho problemi ad ammettere che è il prodotto televisivo più bello visto negli ultimi anni. Divertente, avvincente e originale.

La BBC ha confermato una seconda stagione per l'autunno 2011: un anno interooooo!! ;_; Nel frattempo ho comprato il dvd e ho praticamente imparato gli episodi a memoria. Tra i contenuti speciali del dvd c'è il pilot non trasmesso che è la prima versione di A study in pink. E' decisamente meglio la versione definitiva dell'episodio, ma il pilot è comunque carino.



Licenza Creative CommonsSe non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo blog creati da me sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Nessun commento:

Posta un commento